Boassa Luigi

di Stefano
San Nicolò d'Arcidano, 19 Giugno 1885 - 23 Maggio 1917, sul Carso
Comune o luogo di Nascita
San Nicolò d'Arcidano
Comune di Residenza
San Nicolò d'Arcidano
Tipologia del decesso
morto per ferite riportate in combattimento
Sepoltura
Sepolto nel Sacrario militare di Redipuglia tra gli ignoti
Arruolamento al distretto militare di Cagliari
Mandamento di Terralba
Circondario di Oristano

Provincia di Oristano
Sub provincia territoriale/geografica di Campidano di Oristano
Presente in Albo d'Oro
PAG. 29
Note
Boassa Luigi Giuseppe nato a San Nicolò d’Arcidano il 19.06.1885 di Stefano e di Ariu Giuseppa Rosa. Matricola 805. Alto 1,67, bracciante, analfabeta. Soldato di 3a cat. Il 25.02.1916 è chiamato alle armi. L’8.03.1916 è nel 2° Regg.to Bersaglieri. Il 20.02.1917 è nel 77° Regg.to F. “Toscana” e fa parte della 475a Comp. Mitraglieri FIAT. Il 23.05.1917 muore in combattimento, nella decima battaglia dell’Isonzo. L’atto di morte è pervenuto al comune di San Nicolò d’Arcidano il 03.05.1919. “Estratto dell’Atto di morte del Bersagliere Boassa Luigi iscritto sul Registro tenuto dalla 658a Compagnia Mitraglieri, a pagina 5 n° 4 d’ordine. Il sottoscritto Tenente Gatto sig. Pasquale, incaricato della tenuta dei registri di stato civile presso la 658a Compagnia Mitraglieri dichiara che nel registro degli atti di morte a pagina cinque al n° quattro d’ordine trovasi inscritto quanto segue: “L’anno millenovecentodiciasette, addì 23 del mese di maggio nel combattimento di quota centoquarantaquattro (Carso) mancava ai vivi alle ore diciassette, in età d’anni trentadue il bersagliere Boassa Luigi della 658a Compagnia Mitraglieri Bersaglieri Matricola 11753 distr. 15 – nativo di Oristano provincia di Cagliari figlio di Stefano e Ariu Giuseppa Rosa. Morto in seguito a ferita perforante al torace sinistro da pallottola. Sepolto nel cimitero di quota 144 come risulta da relativo verbale constatante la morte e della deposizione dei sottoscritti testimoni Berti. f.to Venturi Pietro – f.to Stefanini Fernando. Per copia Autentica il Ten. Pasquale Gatto”. Dal verbale constatante la morte si desume che venne identificato “in seguito a rivista passata alle truppe e sulla esposizione di testimoni dopo il fatto d’armi ebbe a riconoscere la morte nello scontro che ebbe luogo con truppe austriache”. Il 77° quando cadde Luigi Boassa era a Quota 144, di Arapacupa/Gurjupa Kupa, che sovrasta a sud-est il lago di Doberdò, Carso meridionale. È iscritto nell’Albo d’Oro. È nei due monumenti ai caduti di San Nicolò d’Arcidano. (SCHEDA DI GIANNI SIDDI)

Hai storie, fotografie, aneddoti da raccontare, o altre informazioni? Aiutaci a raccontare al meglio la sua storia

Scrivici le informazioni